"Perché nessuno ha chiesto cosa fare in Caso di Tempesta?"

April 5, 2017

Finalmente ho avuto la possibilità di realizzare questo lavoro, presentato due anni al festival dell'acqua curato da Cristina Muccioli. Dopo essere stata invitata a mostrare i bozzetti per la settimana del Design Week dedicata in questo caso alla purezza, ecco la scelta del mio lavoro dal titolo" Perché nessuno ha chiesto cosa fare in caso di Tempesta?" Abito fatto a mano, non indossabile, che incarna lo spirito vedovo di una terra ormai stanca, bagnato nel sale. Lo stesso sale delle lacrime di chi spera in una risposta, di chi spera in un futuro Migliore. La Mostra di cui la mia installazione fa parte "Acqua Franca" a Cura di Ornella Piluso, sarà visibile dal 4 al 9 Aprile presso il Depuratore di Nosedo a Milano, e sarà visibile inoltre come installazione permanente.

 

"Ho aspettato tutta la vita sulla Costa,
che il mondo si ravvedesse.
I Marinai lo sanno bene che l'acqua salata non si beve.
Perché nessuno ha chiesto cosa fare in caso di Tempesta
?”

 

Abito non Indossabile, Stoffa Nera e Sale, 2mx 60 c.a, 2015-2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Ultimi Post
Please reload

Please reload

Archivio